Come pubblicizzare la tua attività online: 3 strumenti utili

pubblicizzare il tuo lavoro su internet per attirare nuovi clienti

Internet fa parte della tua vita, sia professionale che personale. Ogni giorno ti colleghi per usare la posta elettronica, leggere le notizie, fare ricerche, controllare i social network. E lo stesso fanno i tuoi potenziali clienti. Quindi, perché non incontrarli proprio dove passano così tanto tempo? È anche probabile che sul web cerchino attività come la tua.

Oggi ti parlo di tre strumenti in particolare che ti serviranno per pubblicizzare la tua attività online.

1) Promuovere l’attività tramite il blog

Il blog è un potentissimo strumento di comunicazione perché ti permette di mostrare ai potenziali clienti chi sei e cosa sai fare. Rappresenta il primo passo nella creazione di una relazione che porterà i lettori a diventare clienti. Il modo migliore per farlo non è ripetere all’infinito quanto sei bravo, ma dare loro qualcosa di utile, soddisfare un loro bisogno senza chiedere nulla in cambio (o al massimo una condivisione). Se ti impegnerai e curerai le relazioni che nasceranno conquisterai la fiducia di persone che si rivolgeranno a te quando avranno bisogno.

Per farlo è fondamentale creare contenuti di qualità, interessanti per il tuo target e scritti con cura. Del resto uno dei mantra del digital marketing è: “Content is the king” (il contenuto è il re), frase pronunciata da Bill Gates nel 1996 e ancora attuale.

E confeziona il tutto in un bel “pacchetto”. Assicurati che il tuo blog sia facile da navigare, scegli un font leggibile e immagini collegate ai contenuti. Evita le piattaforme gratuite. Un sito professionale necessita di un hosting e un dominio tuoi. Per il tema puoi anche iniziare con uno gratuito e poi fare il salto di qualità. Basta un investimento di 50-100 euro all’anno per iniziare.

Quando scrivi pensa per prima cosa ai tuoi lettori, ma non dimenticarti che esistono i motori di ricerca (Google in primis). Quindi non tralasciare la SEO. Con un po’ di studio masticherai le basi in pochi mesi.

Sai come ho iniziato a scrivere su questo sito? Il creatore di Reveni ha letto il mio blog [www.susannaruffato.it], ha valutato le mie competenze, gli è piaciuto il mio stile e mi ha chiesto di realizzare articoli per lui.

Inoltre, il blog può diventare una fonte di guadagno di per sé. Con le affiliazioni e gli infoprodotti puoi creare un’entrata aggiuntiva. Non male, vero?

linkedin ti aiuta a pubblicizzare la tua attività online

2) Farsi conoscere con Linkedin

Linkedin è il sociale network dedicato ai rapporti professionali. È una vetrina sempre più importante per pubblicizzare la propria attività, trovare clienti (soprattutto se i tuoi servizi sono rivolti ad altri professionisti/aziende), instaurare collaborazioni e dare spessore alla tua immagine professionale.

Per questo devi curare la presentazione iniziale e selezionare le esperienze lavorative e formative. Non serve mettere tutto. Ti interesserebbe sapere che quando ero un quarta superiore ho fatto uno stage presso l’aeroporto di Malpensa? Ho i miei seri dubbi. Quindi dai le informazioni che servono.

Chiedi poi a clienti, collaboratori, datori di lavoro di lasciare un feedback sul tuo profilo e di confermare le tue competenze. Chi meglio delle persone che hanno toccato con mano il tuo lavoro possono testimoniare le tue capacità? Per lo stesso motivo, se ti sei trovato bene a lavorare con qualcuno, conferma le sue competenze sul suo profilo. È un riconoscimento che aiuta i buoni rapporti e rende utile questo strumento.

Segui poi le persone più interessanti per il tuo lavoro, unisciti a qualche gruppo e pubblica articoli direttamente sulla piattaforma. Aiuterai così chi visiterà la tua pagina a capire chi sei, cosa fai e se sei la persona giusta per lui.

E ricordati che, per quanto sia un social network, è un ambiente professionale. Quindi niente foto di gattini. A meno che tu non sia un allevatore, un toelettatore o abbia un negozio di articoli per animali.

3) Unisciti a una community di professionisti

Dei tre strumenti di cui parliamo nell’articolo, questo è forse il meno conosciuto e sfruttato in Italia. Eppure ha un potenziale enorme. Si tratta di community online dedicate al mondo del lavoro. Qui puoi incontrare altre persone che operano nel tuo stesso settore, in settori collegati o che fanno lavori completamente diversi, ma che potrebbero aver bisogno delle tue conoscenze. Oppure tu avrai bisogno delle loro.

Le comunità si basano sulla condivisione e sul supporto. Puoi chiedere aiuto, o fornirne, avviare delle collaborazioni, scambiare idee ed esperienze. Spesso i professionisti più esperti sono anche disponibili a fare da mentore ai principianti. Quindi sono utili sia per ampliare le tue competenze sia per trovare nuove opportunità di lavoro.

Generalmente l’iscrizione a una community è gratuita. Basta registrarsi sul sito. Avrai così a disposizione uno spazio in cui presentarti e promuovere la tua attività. Non si tratta semplicemente di pubblicità, ma di mostrare le tue competenze e stringere nuovi rapporti.

Negli ultimi anni sono nate diverse community per professionisti. Fai una ricerca su Google, visita i loro siti e scegli quella che ti sembra più adatta a te. Ti do un paio di nomi da cui iniziare:

Workher [https://workher.it/], riservata alle donne

Freelance Hub [https://www.freelancehub.it], nata a Brescia ma aperta ai professionisti di ogni settore in tutta Italia

Come vedi le nuove tecnologie offrono diverse opportunità per pubblicizzare la tua attività online. Tutte richiedono impegno, ma se utilizzate a dovere ti faranno crescere professionalmente e aumenteranno i tuoi guadagni.


Quanto ti costa perdere pochi minuti al giorno su un cliente?

Basta un quarto d'ora non fatturato al giorno per perdere più di 2.000 € all'anno.
Ogni piccola azione della giornata dedicata ad un cliente, una telefonata rapida, un email di media lunghezza ha un costo minimo se presa da sola. Ma giorno dopo giorno questi costi si sommano, e la cifra alla fine dell'anno diventa la differenza tra una settimana di ferie in più o meno.
Purtroppo tenere traccia di tutte le brevi attività è spesso complicato, e si preferisce lasciar perdere.

Non solo. E' semplice perdere tempo, e soldi, quando non si ha un'organizzazione del proprio lavoro concentrata in un punto solo.
Se il lavoro viene segnato su un Excel, le fatture vengono fatte su un programma su PC, le scadenze vengono tenute a mente... dimenticare qualcosa è inevitabile prima o poi.

Reveni - il gestionale per il professionista
ti aiuta ad organizzare il tuo lavoro

  • RISPARMIA DENARO
    Non dimenticare nessun intervento effettuato per ogni tuo cliente
  • ORGANIZZA LE TUE ATTIVITA'
    Con lavori, agenda e lista impegni
  • TIENI SOTTO CONTROLLO IL TUO LAVORO
    Con statistiche sul tempo impiegato
  • FAI FATTURE E RICEVUTE
    In maniera rapida
  • NON DIMENTICARE LE SCADENZE
    Con lo scadenziario clienti e fornitori

Prova gratuitamente per un mese Reveni il Gestionale per Professionisti

${message}

Inserisci l'email che userai per accedere al mese di prova gratuito